aforismi & pensieri

 



La voluttà del mattino si paga alla sera.

Sinceramente non mi interessa la politica nonostante quasi ogni azione di ogni singolo uomo abbia dei risvolti politici.

A volte l’ esito di una vita dipende da un istante.

Non c’è cosa che mi da piu’ fastidio dell’arroganza e della prepotenza e nel mondo odierno abbondano entrambe,

per cui secondo le regole della proprietà transitiva ne consegue che anche il mondo odierno mi da fastidio.

La musica ispirerà sempre le arti figurative.

Il mondo è un’opera d’arte.

Le poesie sono raggi di sole.

Il poeta non desidera altra qualifica che quella di poeta.

Quando è il momento i poeti fanno sul serio.

La natura è arte allo stato puro.

Chi dorme non piglia pesci ma almeno si riposa.

L’appetito viene stando a digiuno.

Non siamo altro che la sintesi delle nostre esperienze.

Deriviamo da esplosioni stellari.

Siamo fatti di materia appartenente all’universo dataci in comodato d’uso per consumare le nostre brevi esistenze.

La celebrazione di un matrimonio è la folle e incomprensibile corsa verso la perdita della libertà e verso la fine del vero amore.

Uno dei mali più grande dell’Italia è il provincialismo.

La massima realizzazione dell’uomo nella vita è quella di dedicarsi interamente alle proprie passioni.

I ricordi più puri rimangono sempre quelli dell’infanzia.

Saper ascoltare è una grande virtù.

La notte è fatta per dormire o per scrivere.

Ammesso che ci sarà temo soltanto il giudizio di Dio.

Le rare persone che sono sempre se stesse sembrano ai molti strane.

Il mondo è pieno di falsi profeti.

L’indipendenza, soprattutto quella culturale, ha un costo elevato.

Sogno un mondo senza posti riservati.

Un regalo deve essere fatto quando il destinatario non lo aspetta.

Roma sarebbe troppo provinciale per essere una capitale ma i suoi monumenti e la sua storia compensano tale mancanza.

La natura è la cosa più straordinaria.

È fortunato colui che crede profondamente in qualcosa.

Una grande passione è la rovina o la fortuna di un uomo.

Esiste solo ciò a cui noi diamo un senso all’interno della nostra realtà soggettiva.

L’evoluzione è un continuo e minuzioso processo di cambiamento che, pur essendo indipendente,

è strettamente legato al comportamento dei fattori su cui opera, siano essi animali o elementi naturali.

L’umanità colma la propria lacuna di sensibilità con le sue immense riserve d’ignoranza.

Il refuso è sempre dietro l’angolo.

Quando il vecchio non va spesso il nuovo è peggio.

Nella vita si può sempre stare meglio e peggio di come si sta,

ecco perchè bisogna sempre sapersi accontentare della propria condizione.

Nella vita militare una delle principali funzioni della gerarchia è quella di scaricare colpe e responsabilità in maniera discendente.

Meglio tristi che infelici.

L’arte è fine a se stessa.

Purtroppo il brutto e il volgare hanno sempre successo.

I giovani vivono come se dovessero morire il giorno dopo e gli anziani vivono come se non dovessero morire mai.

Moltissimi uomini vogliono essere qualcuno e alla fine finiscono soltanto per sembrarlo.

L’ illusione oggettiva genera pareri uniformi, quella soggettiva genera erronee convinzioni.

I primi conferiscono all’illusione una parvenza di realtà, le seconde conferiscono alla realtà una parvenza di ridicolo.

Dante rimarebbe incredibilmente stupefatto dalle potenzialità di un file word.

La nostra odierna civiltà, se così si può definire, sta fortemente alterando i perfetti equilibri naturali,

andando incontro alla sua stessa fine ma con l’illusione di un fantomatico sviluppo tecnologico.

I sensazionali quanto infinitesimali risultati della sonda
voyager 1 dovrebbero aprirci gli occhi sui limiti umani

anziché espanderne gli illusori sogni di grandezza e megalomania tipici della nostra razza.

La somma di due orecchie sveglie più un cranio vuoto da come risultato un’efficiente marzialità.

Spesso il blu intenso del mare aperto mi suggerisce pensieri legati al cosmo, alle stelle, all’infinito.

La schiuma del mare è divertente come le nuvole, puoi immaginare tutte le forme che vuoi.
 

Come uomo di mare rimpiango le antiche navigazioni che avevano come unico ausilio le vele

e una millenaria esperienza tramandata di generazione in generazione.

Si spendono miliardi per sviluppare sofisticate tecnologie e per realizzare avanzatissimi progetti,

ma si spende pochissimo per aiutare gli altri.

Non c’è bisogno di ricompensare il bene, basta ricordarlo; non c’è bisogno di vendicarsi del male, basta dimenticarlo.

Il mondo è tutto una pubblicità.

Scrivere poesie è come coltivare rose.

La mente di un poeta è sempre affollata di pensieri.

La paura del buio che si prova durante l’infanzia non è altro che il mistero dell’ignoto che attanaglia i nostri pensieri adulti.

L’arte deve mirare alla verità esprimendosi attraverso l’emozione.

L’impulsività conduce quasi sempre all’errore.

Il pensare è un’attività troppo impegnativa per molti perchè richiede un minimo di sforzo mentale.

La povertà è solo frutto dell’egoismo umano.

O sono sfortunato o il mio destino è tale da farmi sentire così.

Cammino quasi sempre da solo perchè è più facile mettermi d’accordo con me stesso.

Nella vita militare gli elogi vengono dispensati come caramelle per bambini.

Con gli stolti e per gli stolti non c’è nulla da fare.

L’amore, quello vero e in tutte le sue forme, ci completa.

Succede tutto a tutti.

Bisogna battersi senza abbattersi.

Se arriva la fine del mondo avvisatemi.

Non posso prevedere il mio futuro, ma posso organizzare il mio presente.

In Italia la giustizia non si persegue e non si ricerca, si spaccia.

Viviamo in un’era frugale.

L’umanità è banale.

Il consumismo spesso m’incute terrore.

Come le leggi hanno bisogno della vacatio, anche i libri hanno bisogno della carburatio.

La libertà esiste solo se piena, non può esistere con vincoli e restrizioni di alcun genere,

altrimenti non è libertà, ma si tratta di qualcos’altro.

La libertà vigilata non esiste, semmai può trattarsi di schiavitù allentata.

L’unica categoria in cui accetto di essere collocato è quella dei poeti.

L’amicizia non conosce ostacoli.

Proprio perchè non può ritornare l’infanzia risulta preziosa.

Parlare troppo non è un’abitudine ma un vizio.

La salvezza o la rovina del mondo sta nel fatto che, purtroppo o per fortuna, l’attività di pensiero

che si svolge nella mente di una persona è insondabile.

La quotidianità uccide.

L’onestà del singolo scatena il livore dei molti.



info@corradovatrella.it

 

: